urbismap-calcolo-tributi-imu-su-mappa

UrbisMap: non solo SIT, ma tanti servizi a corredo per le PA

UrbisMap, come ben sapete, offre agli enti pubblici e ai cittadini il proprio SIT (Sistema Informativo Territoriale) per poter accedere a tutti i dati urbanistici, catastali e normativi.

Ciò che non vi abbiamo ancora detto, però, è che oltre a questo, UrbisMap offre alle PA una serie di servizi correlati al SIT, che semplificano l’operato dei funzionari, sia dal punto di vista tecnico, che tributario e amministrativo.

Il sistema è particolarmente versatile, per cui i Comuni, oltre all’utilizzo del classico Geoportale dal quale hanno accesso alle funzioni avanzate dedicate al catasto e al rilascio dei certificati di destinazione urbanistica, possono richiedere numerose personalizzazioni.

Prima fra tutte vi è sicuramente la possibilità di visionare su mappa il valore venale di ogni singola particella catastale.

Cos’è e come viene visualizzato il valore venale su UrbisMap

Il valore venale è la valutazione di un terreno assimilabile ad un fabbricato, un’area fabbricabile o un terreno agricolo. Viene calcolato moltiplicando la superficie dell’area fabbricabile per il valore a mq che l’ufficio tecnico comunale stabilisce per ciascuna zona urbanistica.

L’ufficio tecnico, quindi, in base alla zona omogenea in cui ricade il terreno, assegna allo stesso il valore venale, il quale verrà utilizzato per il calcolo dell’I.M.U. (Imposta Municipale Propria).

Alcuni Comuni che utilizzano UrbisMap come Sistema Informativo Territoriale hanno richiesto la visualizzazione su mappa del valore venale, per due motivi: velocizzare e automatizzare le operazioni di calcolo, oltre ad offrire il dato ai cittadini in maniera semplice e trasparente.

Tra questi, spicca il Comune di Assemini, per il quale UrbisMap, oltre a rendere accessibile su mappa il valore venale comunale, sta eseguendo altre lavorazioni di personalizzazione, tra cui:

  • Calcolo dell’imposta I.M.U. per particella catastale
  • Visualizzazione proprietà delle particelle a cui è soggetta l’imposta
  • Visualizzazione storica delle proprietà (ultimi 5 anni)

Un grande vantaggio, sia per l’ufficio tributi, che non dovrà più sbrigare calcoli manualmente, ma anche per l’ufficio tecnico, il quale non dovrà più “combattere” per l’individuazione delle aree soggette a pagamento.

Con pochissimi clic su mappa, tecnici e funzionari visualizzeranno gli importi dovuti dai cittadini, velocizzando come mai prima d’ora l’attività comunale.

Infatti, seppur il calcolo del valore venale prima, e quello dell’imposta municipale dopo, sembri facile, molti Comuni applicano delle variazioni in percentuale in base ai vincoli a cui è soggetta l’area, in particolare se rientrante all’interno del Piano d’assetto idrogeologico.

L’automazione del calcolo grazie a UrbisMap, associata alla sovrapposizione di tutte le informazioni urbanistiche e tributarie su mappa, è uno dei servizi che a corredo del SIT semplificano estremamente l’operato dei funzionari comunali, consentono una maggior qualità del servizio offerto ai cittadini e una sempre più diffusa trasparenza e accessibilità.

Vuoi avere maggiori informazioni? Scrivici da questa pagina!